Coinbase è sicuro? Come funziona e Recensioni in Italia

Coinbase è sicuro_ Come funziona e Recensioni in Italia

Molte persone che negli ultimi periodi si stanno affacciando al mondo delle criptovalute e dei bitcoin hanno sentito parlare di Coinbase, una piattaforma molto nota per la compravendita di moneta virtuale. Questa guida nasce quindi con lo scopo di spiegare meglio che cos’è Coinbase, come funziona e se effettivamente conviene utilizzarla per acquistare o vendere bitcoin.

Che cos’è Coinbase

Coinbase è una piattaforma online che ti permette di comprare e vendere bitcoin e altre monete virtuali e quindi definita un Wallet (portafoglio). La società è americana, con sede a San Francisco, ed è attiva fin dal 2012.

Nel corso degli anni ha conquistato il primato di essere fra i più grandi exchange del mondo e oggi può contare su oltre 30 milioni di iscritti e un volume di scambi che è pari a 150 miliardi di dollari. Attualmente Coinbase è operativa in 32 Paesi al mondo, in primis negli Stati Uniti ma anche in Europa.

In alcune nazione, invece, è vietata: volendo fare un esempio, a Singapore è vietato l’utilizzo di questa piattaforma.

Coinbase è nota soprattutto perché consente di comprare ed acquistare bitcoin, la criptovaluta più famosa al mondo. In realtà, però, una delle sue particolarità è data dal fatto di trattare tanti tipi diversi di monete virtuali come litecoin, ethereum e molto altro. In tempi recenti con un comunicato ufficiale la società ha dichiarato di avere una lista di oltre 30 monete virtuali da inserire nel proprio wallet e di voler rendere disponibile ai proprio clienti il 90% degli asset attualmente commerciabili.

🎁Clicca qui per iscriverti a COINBASE e ottenere anche 10 $ OMAGGIO !🎁

– Che cosa sono le monete virtuali

Per capire meglio di cosa si occupa Coinbase, va fatto un accenno a che cosa sono le monete virtuali. Con questo termine, oppure con l’equivalente criptovalute, si intendono tecnicamente delle rappresentazioni digitali di un valore reale che si basano sulla criptografia.

Si tratta, quindi, di monete intangibili, che esistono solo in qualità di byte in rete ma possono valere moltissimi soldi.

La criptomoneta più storica, la prima ad arrivare sui mercati, è stato il bitcoin che ha avuto il suo battesimo nel 2009. Attualmente (al momento della scrittura di questo articolo) un bitcoin vale circa 5400 euro ma il suo valore è destinato ad oscillare continuamente, proprio come accade con le valute reali. Il bitcoin è stato poi seguito da moltissime altre criptovalute che hanno avuto più o meno successo.

Fra gli altcoins, ossia le criptovalute emergenti che si propongono come alternativa al bitcoin, ci sono i litecoin, gli ethereum, i ripple, gli eos, i tron, i neo, i nem, gli omiseGo e molti altri ancora. Addirittura in Italia anche alcune città hanno creato il proprio sistema di moneta virtuale, come i Napo del capoluogo partenopeo, ma non tutti hanno avuto il successo sperato.

– Che cos’è un exchange

Tecnicamente Coinbase è un exchange.

Che cosa si intende con questo termine?

Si tratta di una piattaforma virtuale deputata, come dice il nome stesso, agli scambi. Volendolo spiegare più chiaramente, è come un grandissimo negozio virtuale dove puoi trovare sugli “scaffali” tutte le criptovalute che sono disponibili. Sono intermediari indispensabili perché senza di essi non sarebbe possibile comprare o vendere criptovalute visto che sono gli unici sistemi attraverso i quali questa operazione è realizzabile.

Online si possono trovare tantissimi exchange ma è bene valutare la piattaforma alla quale affidarsi perché non tutte presentano gli stessi livelli di sicurezza e protezione.

Per questo motivo nel corso degli anni alcune piattaforme, proprio come Coinbase, hanno guadagnato popolarità in quanto hanno investito molto sui servizi online ma anche sui sistemi di protezione dei dati e soprattutto dei portafogli virtuali.

🎁Clicca qui per iscriverti a COINBASE e ottenere anche 10 $ OMAGGIO !🎁

A chi si rivolge Coinbase

Coinbase si rivolge essenzialmente ad un target di piccoli investitori che sono alle prime armi con le criptovalute e cercano una piattaforma semplice con la quale operare.

Nel corso del tempo Coinbase ha creato delle mini piattaforme alternative dedicate a target diversi come aziende, traders e così via, lasciando l’exchange madre Coinbase ad uso esclusivo dei clienti privati.

Per poter operare con la piattaforma, però, è necessario essere titolari di un conto corrente in quanto l’account che viene attivato è collegato ad un conto bancario dal quale prelevare i fondi e versare quanto ricavato dalla vendita dei bitcoin e delle altre monete virtuali.

Coinbase ha un’interfaccia molto intuitiva per cui anche chi ha poca dimestichezza con questi sistemi riesce facilmente ad attivare il proprio account e gestire il portafoglio virtuale.

Aprire un account Coinbase

Per poter iniziare ad acquistare e vendere criptovalute con Coinbase è necessario attivare un proprio account.

La registrazione è abbastanza semplice e richiede pochi minuti. La schermata iniziale richiede pochi dati personali, fra cui un indirizzo mail valido e un numero di cellulare, inseriti i quali occorre cliccare sul tasto “crea conto”. Il sistema procede ad una doppia autenticazione sia tramite mail che con codice di identificazione inviato con sms.

Una volta terminata questa parte è possibile entrare nella piattaforma. Per iniziare ad acquistare o a vendere criptovalute, però, occorre collegare al proprio account un conto corrente bancario o postale oppure una carta di credito, ma non una prepagata.

È indispensabile anche fare la verifica della propria identità inserendo i documenti personali, vanno bene sia la carta di identità che la patente oppure il passaporto. Possono aprire un account tutti quegli utenti che hanno compiuto almeno 18 anni.

🎁Clicca qui per iscriverti a COINBASE e ottenere anche 10 $ OMAGGIO !🎁

Coinbase Pro

Oltre alla piattaforma di exchange classica, Coinbase offre anche la versione Pro.

Si tratta della versione dedicata ai crypto traders, ossia chi compra e vende in modo professionale criptovalute. Questa piattaforma nasce dall’evoluzione di GDAX, uno dei primi e più storici exchange di bitcoin, poi acquisito dalla stessa società che è proprietaria di Coinbase.

Il funzionamento di Coinbase Pro è del tutto simile a quello della versione standard, l’unica differenza risiede nel fatto che la versione professional ha dei limiti molto più alti di valori di criptovalute da acquistare. Un’altra differenza risiede nel fatto che in questa versione tutti gli ordini effettuati dai traders vengono immessi direttamente sul mercato, senza il passaggio obbligato per la Trading Room.

Questo favorisce una velocità di esecuzione che permette di comprare o vendere le criptovalute nel momento più favorevole. Inoltre è possibile accedere a speciali assicurazioni per la copertura dei Fondi e scambiare bitcoin e altre monete virtuali con commissioni più basse e molto più vantaggiose per i traders rispetto alla piattaforma classica.

Coinbase Commerce

Coinbase Commerce, invece, più che essere una piattaforma a sé stante, è un plugin che deve essere usato dalle piattaforme di e-commerce. Grazie a questo plugin, infatti, si siti che vendono online possono accettare pagamenti anche in moneta virtuale.

Può sembrare una cosa di poco conto, invece è la dimostrazione più pratica di come gli esperti del settore reputano che le monete virtuali diventeranno a breve parte della quotidianità di tutti, tanto da essere utilizzate anche per acquisti online sulle principali piattaforme di commercio elettronico.

Ad oggi, tuttavia, non sono ancora numerose le piattaforme che consentono questo tipo di pagamenti ma c’è da aspettarsi un loro incremento nel prossimo futuro.

Coinbase Prime

Del gruppo di Coinbase fa parte anche Prime che è una piattaforma riservata esclusivamente ai clienti istituzionali che vogliono investire in bitcoin e in altre criptovalute. Si tratta di una delle poche realtà dedicate del settore e ovviamente ha dei canali di acquisto e di vendita preferenziali oltre a limiti che, come e più della versione Pro, sono più elevati rispetto a quelli della classica piattaforma standard di commercio di monete virtuali. Trattandosi di un’area riservata esclusivamente alle istituzioni di ogni nazionalità, poco in realtà si sa del suo funzionamento più nel dettaglio.

L’app per smartphone di Coinbase

Lo smartphone è diventato un oggetto di uso quotidiano nella vita di ognuno e anche Coinbase si adegua a questa realtà.

Per questo motivo la piattaforma può essere utilizzata anche dallo smartphone, scaricando l’applicazione dedicata che è disponibile sia per sistema operativo Android che iOs.

Attraverso lo smartphone e la relativa app si possono effettuare tutte le operazioni che di solito si possono fare attraverso la piattaforma utilizzabile da desktop, quindi è possibile consultare il proprio portafoglio, acquistare e vendere bitcoin e tutte le altre monete virtuali presenti in Coinbase, consultare la guida, visualizzare i video, etc.

Non esistono funzionalità che sono inibite attraverso l’applicazione che, proprio come la piattaforma, è abbastanza intuitiva e semplice da utilizzare anche se si ha poca esperienza nel settore.

I servizi di Coinbase

Vediamo ora più nel dettaglio quali sono i servizi che Coinbase offre alla sua clientela. Innanzitutto la sua funzione principale è ovviamente quella di acquistare e di vendere bitcoin e altre criptovalute. Non solo si possono acquistare le monete virtuali ma si possono anche scambiare con altri utenti per pagare beni o servizi o semplicemente venderle.

Coinbase dà l’opportunità anche di trasferire nel proprio wallet, ossia il portafoglio virtuale, monete comprate su altri exchange. Ci sono, poi, una serie di servizi più specifici come Earn o Paradex che sono riservati a quei clienti che cercano funzionalità diverse dalla propria piattaforma di criptovalute.

Tutti i servii e le modalità per utilizzarli sono spiegati in una guida all’utilizzo che è scaricabile dopo l’accesso all’account personale. In questo manuale vengono non solo illustrati tutti i servizi della piattaforma ma anche i costi, le commissioni e tutto quello che può essere indispensabile per iniziare ad acquistare o vendere criptovalute.

– Earn di Coinbase

Fra i servizi più particolari offerti da Coinbase c’è Earn che è una piattaforma dedicata ai video con tematiche relative alle criptovalute.

Si tratta di brevi clip formative che hanno l’obiettivo di rendere il trader alle prime armi molto più consapevole dell’investimento che sta facendo e soprattutto competente nel modo di acquistare e vendere criptovalute. Non va dimenticato, infatti, che per quanto le monete virtuali rappresentino un mondo affascinante, sono sempre un sistema di investimento rischioso e chi mette in gioco i propri risparmi deve essere preparato a gestirli al meglio. Per ogni video che si termina è previsto un piccolo premio in denaro che può poi essere convertito nell’acquisto di criptovalute.

In questo modo la piattaforma invoglia gli utenti a formarsi in modo approfondito, ricambiando il loro tempo con una sorta di piccolo premio che potrà essere utilizzato come primo investimento in bitcoin o altre monete virtuali.

– Paradex

Un altro servizio offerto da Coinbase è Paradex. Si tratta di una piattaforma virtuale che fa sempre parte del gruppo Coinbase ma ha una sua vita propria.

Viene considerato un exchange decentralizzato di piccole dimensioni che non è direttamente in possesso delle monete virtuali dei suoi utenti ma consente esclusivamente lo scambio fra i diversi wallet personali degli iscritti. Al momento questa piattaforma ha funzionalità molto limitate ma c’è da scommettere che con il tempo i servizi offerti da Paradex verranno ampliati per rendere questa piattaforma più operativa.

Acquistare criptovalute sulla piattaforma

Acquistare bitcoin e alre criptovalute su Coinbase è davvero molto semplice. Esiste un’apposita sezione che si chiama “Acquista” e che permette di portare a termine l’operazione.

Si deve impostare l’importo in criptovalute da acquistare oppure il budget a disposizione nella valuta reale e immediatamente il sistema calcola la commissione sull’operazione e la somma che concretamente verrà depositata in criptovaluta nel wallet del cliente.

Il passo successivo è quello di selezionare il metodo di pagamento preferenziale che può essere bonifico, prelievo diretto dal conto corrente oppure pagamento con carta di credito. Con il primo metodo occorrono da uno a tre giorni per vedere effettivamente accreditati i bitcoin sul wallet mentre con gli altri due metodi il trasferimento è immediato.

Dopo aver confermato l’operazione sarà possibile verificare nella sezione “Conti” l’importo in bitcoin accreditato. Il tutto richiedere davvero pochi minuti e soprattutto non si corre mai il rischio di non trovare la quantità necessaria della moneta virtuale di proprio interesse.

🎁Clicca qui per iscriverti a COINBASE e ottenere anche 10 $ OMAGGIO !🎁

Inviare e ricevere criptovalute con Coinbase

Anche vendere bitcoin o altre monete virtuali è altrettanto semplice.

Per effettuare questa operazione occorre collegarsi alla sezione “Vendi” e inserire l’importo di bitcoin/criptovaluta che si desidera vendere oppure l’importo in moneta reale che poi il sistema di Coinbase provvederà a trasformare.

Dopo il riepilogo dell’operazione, si deve confermare l’operazione attraverso l’inserimento di un codice di verifica che arriva tramite sms al numero inserito al momento della registrazione dell’account. Questa verifica viene fatta per evitare le truffe e garantire che l’ordine sia stato fatto direttamente dal titolare del conto.

Il corrispettivo economico verrà poi reso visibile alla voce “Conti” dell’area personale del cliente. Per inviare criptovalute, invece, si deve accedere alla sezione “Conti”, inserire l’importo in criptovalute e l’indirizzo mail del beneficiario e poi confermare l’operazione tramite l’inserimento del codice che arriva con un sms al numero del titolare del conto di partenza dei bitcoin.

Prelevare denaro dal proprio conto Coinbase

Dopo aver realizzato un certo gruzzolo con la compravendita di bitcoin e di monete virtuali, può sorgere la necessità di dover prelevare il denaro contanti frutto di queste operazioni. Il sistema per farlo attraverso Coinbase è molto semplice e anche veloce.

Prima di fare questa operazione occorre verificare di aver collegato al proprio account un conto corrente.

Questo passaggio potrebbe, infatti, anche essere stato saltato se all’inizio si è scelto come metodo di pagamento preferenziale il bonifico SEPA. Dopo aver collegato il conto si deve accedere alla sezione “Ritiro o prelievo” e inserire la cifra che si intende prelevare. A questo punto si dovranno attendere solo i tempi di accredito del bonifico e i soldi saranno a disposizione sul conto corrente presso il quale sono stati inviati.

Le commissioni applicate dalla piattaforma

Tutte le operazioni effettuate attraverso la piattaforma Bitcoin hanno un costo che varia in base ad una serie di fattori.

Le commissioni applicate dalla piattaforma sono diverse in base all’attività da effettuare, prelievo, acquisto o vendita, ma variano anche in base alla nazione nella quale ha residenza il titolare dell’account che effettua l’operazione.

Per quanto riguarda l’Europa, la commissione prevista per un account che vuole acquistare o vendere con un conto corrente o bancario locale corrisponde ad una percentuale dell’1,4%. In caso di acquisto o di vendita attraverso carta di credito, la commissione è pari al 3,99%.

Per ogni prelievo, invece, che prevede ovviamente un bonifico, viene applicato un costo aggiuntivo di 0,15 euro per ogni operazione e viene considerata una commissione fissa. Per effettuare un deposito da conto corrente o da carta sul proprio wallet si paga una commissione del 3%. Coinbase è una delle poche piattaforme di exchange a prevedere commissioni di utilizzo ma questi pagamento vengono giustificati dall’alta qualità dei servizi offerti e dal sistema di sicurezza molto performante.

Il servizio di assistenza di Coinbase

Coinbase offre un servizio di supporto a tutti i suoi clienti che può essere contattato in vario modo.

Innanzitutto sulla piattaforma sono presenti le FAQ che servono per rispondere in modo veloce ai quesiti più frequenti.

C’è poi un servizio di assistenza in chat che è attivo 24 ore su 24 per problemi tecnici e altri tipi di dubbi ma è esclusivamente in lingua inglese.

In alternativa è possibile porre il quesito direttamente allo staff di Coinbase compilando il form online. In questo caso si deve fare attenzione a compilare bene la domanda, selezionando dall’apposito menù a tendina le categorie relative a prodotto, categoria e sotto-categoria che identificano la domanda da porre. C’è, infine, anche un servizio di assistenza telefonica che risponde al numero +1 (888) 908-7930 ma è esclusivamente in lingua inglese. I tempi di risposta sono abbastanza brevi per tutti i canali e lo staff di supporto è molto competente e risolutivo.

La carta di credito Coinbase Visa

Uno strumento utile che è stato recentemente messo a disposizione degli utenti di Bitcoin è la carta di credito Coinbase Visa.

Si tratta di una classica carta di credito che afferisce al circuito Visa ma ha la particolarità di poter essere utilizzata anche attraverso lo smartphone, quindi senza l’impiego della carta fisica. Basta scaricare sullo smartphone l’apposita app, sia per iOs che per Android, e si potrà pagare direttamente con il cellulare.

La carta di credito Visa può essere utilizzata anche per prelievi in contanti agli sportelli ATM di qualsiasi banca ed effettuare acquisti online o pagamenti in tutti i negozi che hanno il circuito di pagamento con carte di credito. Per prelievi e pagamenti sono previste le commissioni classiche di una qualsiasi carta Visa.

Uno strumento in più che i clienti titolari di un account su Coinbase possono utilizzare per avere ancora più vantaggi dal proprio conto.

Quali sono i vantaggi di Coinbase…secondo Coinbase!

Sulla piattaforma sono elencati tutti i motivi per i quali i clienti dovrebbero preferire Coinbase rispetto a tutti gli altri exchange.

Una delle prime motivazioni è quella della sicurezza. La piattaforma utilizza sistemi di crittografia avanzati e sfrutta il sistema di autenticazione a due canali che rendono molto sicuro l’utilizzo della piattaforma. Inoltre è un exchange che è adatto ad ogni portafoglio, sia chi ha un piccolo budget da investire, sia a chi ha grandi patrimoni da movimentare.

Inoltre il servizio di assistenza clienti è davvero ben organizzato ed è fatto di professionisti del settore che sono molto competenti nella materia e sanno essere un valido e concreto supporto per la risoluzione di problemi di piccola o grande entità della clientela. Inoltre è uno dei pochi exchange che consente di utilizzare diverse forme di pagamento e ampia libertà all’utente che decide come pagare e quando prelevare il denaro.

Recensioni degli utenti su Coinbase

Che cosa pensano gli utenti che hanno già provato Coinbase di questa piattaforma di exchange?

Le recensioni che si trovano online non sono molto lusinghiere. In particolare se si verificano quelle pubblicate sul sito Trustpilot, che propone solo recensioni verificate di utenti che effettivamente hanno utilizzato il servizio, ne esce fuori l’immagine di una piattaforma che presenta molti disservizi.

Gli utenti lamentano importanti costi di commissioni a fronte di un servizio della piattaforma che spesso è down, si blocca nei momenti più importanti (quando ad esempio i bitcoin sono al massimo livello economico) e spesso presenta grandi ritardi nell’accreditare i costi sui vari conti.

Anche la sezione per ritirare i soldi è spesso unavailable causando non pochi problemi agli utenti. Nonostante questi problemi, però, Coinbase continua ad essere una delle piattaforme più utilizzate del mondo, una di quelle che riesce a garantire gli investimenti effettuati perché più al riparo di altre rispetto al pericolo di fallimento, come già accaduto nel 2014 ad un exchange del calibro di Mt. Gox.

I consigli degli utenti per utilizzare al meglio Coinbase

Il consiglio migliore per tutti gli utenti che vogliono utilizzare Coinbase è quello di non lasciare troppo a lungo i soldi sul proprio wallet ma di trasformarli in valuta fiat per poterli prelevare.

I sistemi di sicurezza Coinbase sono molto avanzati ma nessuna piattaforma può mai garantire al 100% l’assenza di potenziali intrusioni non autorizzate.

Una volta acquistati i token, allora, devono essere velocemente spostati su un wallet esterno di proprietà, così come si deve effettuare la stessa cosa anche con gli euro.

L’operazione inversa può essere fatta in qualsiasi momento per ricaricare il conto o vendere le criptovalute ma almeno non si rischiano truffe ad opera di malintenzionati.

A parte questa piccola accortezza, Bitcoin può essere utilizzato senza problemi per la compravendita di valute, magari iniziando ad investire una piccola somma per verificare il reale funzionamento e i limiti della piattaforma.

🎁Clicca qui per iscriverti a COINBASE e ottenere anche 10 $ OMAGGIO !🎁

Show Comments

No Responses Yet

    Leave a Reply